Home / Persone / DUKAS Paul

Stampare il contenuto della pagina

DUKAS, Paul (1865-1935)

Pianista di formazione, Paul Dukas s’interessa alla composizione fin dal 1879 e di lì a due anni accede alla classe di armonia di Dubois al Conservatorio di Parigi. Qui è allievo anche di Mathias (pianoforte) e Guiraud (contrappunto e fuga). Il suo percorso accademico si conclude con due fallimenti al concorso per il prix de Rome: un secondo premio nel 1888 per Velléda; nessun riconoscimento nel 1889 per Sémélé, nonostante l’appoggio di Saint-Saëns. In quegli anni il giovane ha nondimeno già avuto l’occasione di sentire una propria opera sinfonica suonata a Ginevra e si prepara a condurre una vita d’artista indipendente, tra critica musicale e composizione. Dopo il servizio militare (1891) Dukas presenta ai concerti Lamoureux l’ouverture Polyeucte(gennaio 1892) e pubblica un resoconto del Ring di Wagner, eseguito a Londra. La Sinfonia in do maggiore (1896) e soprattutto L’Apprenti sorcier (1897) gli consentono, alla fine degli anni Novanta, di consolidare una fama che diverrà presto internazionale. Il suo stile, che denuncia l’influsso del romanticismo tedesco, è costruito altresì attorno a una tecnica della variazione ispirata ai compositori barocchi francesi. Dukas collabora peraltro all’edizione dell’opera di Rameau diretta da Saint-Saëns verso la fine dell’Ottocento. I suoi ultimi lavori importanti sono scritti per il teatro: l’opera Ariane et Barbe-Bleue, andata in scena nel 1889, viene rappresentata all’Opéra-Comique nel 1907 e il poema danzato La Péri viene eseguito in prima assoluta al Théâtre du Châtelet nel 1912. Dukas si dedica infine all’insegnamento al Conservatorio di Parigi: dapprima nella classe di orchestrazione (1910), poi in quella di composizione (1928).